Touring Plus 3 Giorni / 18-20 Settembre / Tappe 1 – 2 – 3
Touring Plus 3 Giorni / 20-22 Settembre / Tappe 3 – 4 – 5
Touring Plus 3 Giorni / 22-24 Settembre / Tappe 5 – 6 – 7
Touring Plus 3 Giorni / 24-26 Settembre / Tappe 7 -8 – 9

Touring Plus 5 Giorni / 18-22 Settembre / Tappe 1 – 2 – 3 – 4 – 5
Touring Plus 5 Giorni / 20-24 Settembre / Tappe 3 -4 -5 -6 -7
Touring Plus 5 Giorni / 22-26 Settembre / Tappe 5 – 6 – 7 – 8 – 9

Touring Plus 9 Giorni / 18-26 Settembre / Tappe 1 – 2 – 3 – 4 – 5 – 6 – 7 -8 – 9

Wild Adventure / 4-12 Settembre / Tappe 1 – 2 – 3 – 4 – 5 – 6 – 7 -8 – 9


Tappa 1 Macerata Feltria (PU) – Mercatello sul Metauro (PU)
In questa tappa affronteremo un lunga e dolce salita, fino a raggiungere i single track super flow del Monte Carpegna (1400), dopodiché, passando per Carpegna, ci dirigeremo verso i calanchi della riserva naturale del Sasso Simone ed il suo paesaggio “marziano”, fino a giungere a destinazione attraversando Monte Cossante (857).
Dati tecnici: 54 KM / 2359 D+

Tappa 2 Mercatello sul Metauro (PU) – Cagli (PU)
Una tappa verdissima, tra boschi e strade forestali nella quiete assoluta, in un continuo saliscendi nelle dolci montagne della zona, Monte Cottriolo (797) e Monte Acuto (779) Monte Caldare (778), Monte dei Torrini (791) e Monte della Croce (767) in direzione Piobbico e Monte Montiego (975) rimanendo sempre a quota media di 700 metri, fino a raggiungere il borgo storico di Cagli.
Dati tecnici: 56 KM / 2057 D+

Tappa 3 Cagli (PU) – Sassoferrato (AN)
Si sale di quota e di difficoltà in questa terza tappa, una lunga e dolce salita fino al Monte Catria e quota 1500 metri, panorami mozzafiato e vista sulle Marche e sull’Umbria, poi discesa super tecnica, dapprima su una cresta vertiginosa e poi attraverso interminabili single track divertenti e a tratti ripidi scendendo dal versante umbro. Relax e poi ultima risalita a 800 metri fino a ridiscendere dolcemente nelle verdi colline e campagne che ci accompagneranno fino all’antica città di Sassoferrato.
Dati tecnici: 62 KM / 2800 D+

Tappa 4 Sassoferrato (AN) – Esanatoglia (MC)
Risaliremo verso Monte le Siere (823) costeggiando il Parco Regionale del Monte Cucco, dirigendoci verso Fabriano e la “Via della Carta”. Attraverso Valleremita raggiungeremo Forcella Sant’Angelo a circa 800 metri di altitudine, seguendo i sentieri nelle “Terre Mutate”. Proseguiremo nei bellissimi e curatissimi sentieri di Esatrail in direzione di Monte Cafaggio fino a raggiungere l’eremo di San Cataldo, arroccato su Esanatoglia, meta della nostra tappa.
Dati tecnici: 56 KM / 2486 D+

Tappa 5 Esanatoglia (MC) – Sefro (MC)
Tappa relativamente breve, ma molto intensa, per paesaggi, bellezza e passaggi tecnici. Partiremo risalendo la valle e il fiume Esino, fino a raggiungere Monte Rapina (962). Incroceremo il Sentiero Francescano Assisi-Loreto proseguendo in direzione di Monte Gemmo (1200), Tre Pizzi (1250) e Monte Castel Santa Maria (1250), poi ripida e super tecnica discesa per il sentiero del sole fino a Pioraco. Ci rilassiamo quindi nella Valle del Potenza ed ultima risalita a Colle Pertori (802) fino a scendere nuovamente a Sefro.
Dati tecnici: 42 KM / 2289 D+

Tappa 6 Sefro (MC) – San Lorenzo al Lago (MC)
Dalla valle del torrente Scarsito, affronteremo la graduale salita in direzione dei piani di Montelago per deviare in direzione del Piano di Sardigliano che anticiperà una lunga e tecnica discesa fino a Copogna. Ancora salita e discesa in direzione Muccia ed il suo borgo distrutto dal sisma. Scavalcato l’omonimo monte, affronteremo un tratto dolce e rilassante costeggiando il lago di Polverina per intraprendere infine l’ultima salita che precederà la discesa verso il Lago di Fiastra e San Lorenzo, meta finale della tappa.
Dati tecnici: 57 KM / 2220 D+

Tappa 7 San Lorenzo al Lago (MC) – Amandola (FM)
La tappa più alta di tutto il percorso, dopo una lunghissima ma regolare e super panoramica salita, raggiungeremo il rifugio del Fargno a 1870 metri. Dopo la sosta affronteremo alcuni impegnativi single track e la discesa nell’alta valle dell’Ambro. Emozionante ai massimi livelli, immersi nel cuore dei Monti Sibillini. Dopo un’altra dolce ma lunga risalita fino al rifugio città di Amandola, l’interminabile, super flow e divertente discesa fino ad Amandola.
Dati tecnici: 55 KM / 2442 D+

Tappa 8 Amandola (FM) – Roccafluvione (AP)
Da Amandola ripartiremo in direzione di Montefortino e Montemonaco, il rifugio Altino ed il sentiero dei mietitori. Semplicemente spettacolare, percorreremo i sentieri fino a svoltare in direzione della valle del Fluvione, dove in un continuo saliscendi di sentieri e strade forestali immerse nel bosco, raggiungeremo la nostra meta a Roccafluvione.
Dati tecnici: 59 KM / 2784 D+

Tappa 9 Roccafluvione (AP) – Ascoli Piceno (AP)
L’ultima tappa di questo lungo viaggio inizia in direzione di Castel Trosino, da cui imboccheremo la strada tagliafuoco che tra scorci panoramici e fitto bosco, che ci porterà fino a San Giacomo. Ultima salita fino agli impianti di Monte Piselli e le Tre Caciare prima di iniziare la lunghissima discesa, ricca di single track e curve divertenti nell’Ascoli Natural Bike Park, fino a raggiungere il centro di Ascoli Piceno, meta finale di questa lunga avventura.
Dati tecnici: 44 KM / 2136 D+


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi la privacy policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi